Ha vinto il sistema. Sodano, Bartolozzi, Marinello e Cardinale

Ha vinto la deriva presidenzialistica. Telecomandato, l’elettorato ha dato attenzione al dibattito pubblico nazionale. Non ha valutato chi, nel collegio di appartenenza, ne interpretava gli interessi. Tranne che per me, gli interessi pubblici e i diritti diffusi sono rimasti fuori dalla campagna elettorale, tanto da non essere percepiti da più parti come elementi distintivi dell’agire politico. Si è rivolta l’espressione del voto alla figura del premier tra Di Maio, Salvini, Berlusconi e Renzi, in una sorta di voto di tipo presidenziale. La Costituzione afferma una Repubblica parlamentare, tuttavia il voto del 4 marzo 2018 è espressione di un sistema di tipo presidenziale. È, per diritto costituzionale, una chiara deriva presidenzialistica.

Nel collegio di Agrigento ha vinto il sistema. Hanno vinto loro.
DUE ELETTI CON IL SISTEMA MAGGIORITARIO PURO SU COLLEGI UNINOMINALI
DUE ELETTI CON IL SISTEMA PROPORZIONALE CON SOGLIA DI SBARRAMENTO SU COLLEGI PLURINOMINALI

PARTITO DEMOCRATICO. Eletta per la terza volta alla Camera Daniela Cardinale, già deputata del PD per due legislature. È figlia di Salvatore Cardinale, esponente di spicco della DC. È stata eletta nella sua qualità di capolista in lista bloccata, con sistema proporzionale con soglia di sbarramento nel collegio plurinominale di Agrigento, Gela, Mazara.

FORZA ITALIA. Eletta alla Camera dei Deputati il giudice Giusi Bartolozzi, compagna di Gaetano Armao, indicato da Silvio Berlusconi come candidato governatore del centrodestra. È stata eletta nella sua qualità di capolista in lista bloccata, con sistema proporzionale con soglia di sbarramento nel collegio plurinominale di Agrigento, Gela, Mazara.

MOVIMENTO 5 STELLE. Eletto al Senato Rino Marinello, persona a modo, a cui rivolgo i miei migliori auguri. È stato eletto nella sua qualità di candidato con sistema maggioritario puro nel collegio uninominale di Agrigento, con oltre il 50% dei voti.

MOVIMENTO 5 STELLE. Eletto Michele Sodano, che avrà il mio fiato sul collo. Dovrà lavorare, risolvere concretamente i bisogni delle persone. È stato eletto nella sua qualità di candidato con sistema maggioritario puro nel collegio uninominale di Agrigento, con oltre il 50% dei voti.

Attendiamo gli sviluppi, per conoscere gli altri eletti.

 

Rispondi