Incredible Alfano, mentre gli affari esteri bollono, lui discute della temperatura della sua doccia

di Daniele Re

Mentre il mondo è sconvolto da attacchi chimici, da test missilistici nucleari, da fibrillazioni fra USA ed URSS (anche se oggi si chiama Russia) e di Brexit, il nostro ministro degli Esteri, Angelino “Incredible” Alfano, leader di AP (Altre Poltrone) è impegnato, strenuamente e alacremente, a tuonare contro i responsabili degli ultimi eventi governativi, rei di aver nominato un deputato in una commissione non gradito al nostro.

Eventi pericolosi per la sua poltrona e per il, di lui, futuro che potrebbe rivelarsi senza prodotti “SOFÀ”, per il proprio inconsistente partito. Al di là della inconsistenza partitica, è triste vedere come il rappresentante apicale di un partito senza prospettiva riesca a condizionare la politica italiana e tutte le dinamiche istituzionali, con quel manipolo di senatori, fluttuanti e transumanti (pronti ad essere salvati e salire al volo su altre solide imbarcazioni) e con il silenzio assordante di un Capo dello Stato che non ritiene, minimamente, di far sentire la Sua voce istituzionale, assente contro questi miserabili traccheggi di infima e offensiva politica di bassissima corte.

Rispondi