Je ne suis pas Charlie! Charlie c’est…merde!

di Vito Coniglio

Il periodico parigino “Charlie Hebdo”, riferendosi alla tragica vicenda dell’hotel di Rigopiano, titola “La morte con gli sci”. La satira ha da essere graffiante, sarcastica, irridente, sapidamente irriverente, nulla avendo a che spartire con la stupidità disumana e con una volgare, sconcia, maligna cattiveria. “Je ne suis pas Charlie! Charlie c’est…merde”!

Rispondi