Forza del Popolo è il nome del movimento politico che prende le mosse in modo spontaneo dalle teorie economiche e politiche sviluppate, sul finire degli anni '90, dall’avv. Lillo Massimiliano Musso (note biografiche).

Nasce nel 2006  con il nome di Nuova Resistenza, per poi approdare alla fondazione del Centro Studi sul Socialismo Cristiano nel 2010. 

Nel 2016, su ispirazione di Vincenzo Sparti, il movimento assume definitivamente il nome Forza del Popolo con la pubblicazione del Manifesto sul Socialismo Cristiano in Italia.

Nel 2017 Forza del Popolo è protagonista della prima lista regionale “sovranista” Sicilia Libera e Sovrana con Franco Busalacchi candidato alla Presidenza della Regione Siciliana, Lillo Massimiliano Musso alla vice-presidenza, Diego Fusaro alla cultura, Nino Galloni al bilancio. 

La lista viene esclusa dalla competizione per discussi aspetti formali. 

Nel 2018 Forza del Popolo è tra i promotori della Lista del Popolo per la Costituzione, proponendo propri candidati alla Camera e al Senato.

Coinvolto da Giulietto Chiesa, Lillo Massimiliano Musso, candidato alla Camera dei Deputati, risulta il più votato della lista in Italia tra Camera e Senato. 

Il 2 maggio 2020 viene sottoposto a TSO per ragioni di opinione politica Dario Musso, fratello di Lillo Massimiliano. Il fatto scatena l'indignazione popolare e rilancia i fratelli Musso all'opinione pubblica nazionale. Per le modalità di gestione degli eventi, Lillo Massimiliano Musso attira la curiosità di tantissime persone che ne scoprono il messaggio politico, oggi ritenuto tra i più concreti e completi a livello nazionale. Da luglio 2020, dopo l'enorme exploit, il movimento inizia una nuova fase attraverso una riorganizzazione.